web templates free download


LABORATORIO SUL
RICICLO

DESTINATARI

 Materna - Medie - Superiori (contenuti e attività differenziate) Associazioni - Centri estivi

COSTI

Il prezzo è di 10 euro a bambino con un minimo di 10 partecipanti

DURATA

Il laboratorio ha una durata variabile dall’ora singola alle tre ore e mezza

PERIODO

Non ci sono limitazioni - il corso può essere effettuato tutto l'anno

OBIETTIVO

Vogliamo creare dei momenti ludico-educativi per facilitare l’assorbimento di semplici concetti sulla preservazione ambientale. Attraverso il gioco e la manipolazione i bambini potranno incorporare le impressioni ricevute durante la visita ed attualizzarle in un manufatto personale. Il laboratorio potrà fissare il ricordo dell’evento favorendo altresì lo sviluppo delle capacità manuali e artistiche dei partecipanti, stimolandone la fantasia e inducendo un ragionamento spontaneo sul recupero dei materiali di scarto e d’uso comune che, appunto, troveranno una nuova ed inaspettata vita dopo l’intervento dei nostri giovani amici.

Per la riuscita dei laboratori è importante invitare tutte le parti coinvolte nel processo ludico educativo, cioè maestri e genitori, a cercare in casa gli oggetti destinati alla "trasformazione" per stimolare la curiosità del bambino e permettergli di concepire in chiave diversa gli oggetti della sua quotidianità. 

CONTENUTO ATTIVITA'

1. NOME LABORATORIO: Ricicla e scatta.
Fotografia del tetrapak.
DESTINATARI: ragazzi a partire dai 9 anni (quarta e quinta elementare, medie e superiori)
MATERIALI: (brik di succhi vuoti, scatole di materiali vari, bottiglie di plastica, forbici, carta stagnola, nastro isolante, cartoncini, carta fotografica)
Tutti i materiali di lavoro sono a carico del Rosmarino, alle scuole verrà indicato con il sufficiente anticipo rispetto alla visita in fattoria quale sarà l’oggetto del riciclo creativo da portare da casa.
SVILUPPO:
Il foro stenopeico è il principio da cui è nata la fotografia: un fascio di luce che entra in una camera scura imprime su una superficie fotosensibile il riflesso di ciò che le sta davanti. In questo laboratorio, i ragazzi scopriranno come sia possibile, con oggetti che finiscono ogni giorno nella spazzatura, creare delle macchine fotografiche rudimentali. Dopo alcuni accenni sulla dinamica della fotografia delle origini, i ragazzi, opportunamente guidati, interverranno sull’oggetto del riciclo in modo tale da renderlo una camera che cattura e imprime la luce. Dopo aver realizzato il loro rudimentale dispositivo fotografico i ragazzi, saranno guidati alla scoperta di quel caratteristico microcosmo costituito dalla fattoria per osservarne le particolarità ed individuare il soggetto da imprimere sulla carta fotografica. Successivamente alla sessione di scatti in fattoria i ragazzi, sperimenteranno la fase di sviluppo in camera oscura e potranno vivere la magia del vedere che l’immagine, lentamente comincia a formarsi sotto l’azione dei liquidi di sviluppo. A conclusione della giornata i ragazzi potranno portare a casa il dispositivo fotografico di riciclo e lo scatto sperimentale, oltre alla consapevolezza maturata.


2. NOME LABORATORIO: RI-CICLO.
A) Ri-carta
B) L’orto in bottiglia

DESTINATARI: scuola materna ed elementare, medie e superiori (con contenuti differenziati per fascia d’età)
CONTENUTO DELL’ATTIVITà DIDATTICA:
Consumi, rifiuti e inquinamento (attività ludica interattiva)
Riduzione! Riuso! Raccolta differenziata! Riciclo!
Il ciclo di vita della carta/ Il ciclo di vita della plastica e della pianta
Facciamo la carta! / L’orto in bottiglia